Crea sito

Ferrari pronta a negoziare

Ferrari pronta a negoziare accettando l’abbassamento del budget a 145 milioni nel 2021 ma a una sola condizione; Spunta, infatti, la proposta di abbassare ulteriormente il budget nel 2022 a 130 milioni di dollari, cosa che la Ferrari non apprezza e chiederebbe che avenisse nel 2023.

Il Team principal Mattia Binotto si era opposto a tale decisione ( vedi articolo: “https://www.sport-club.it/f1-ferrari-e-lo-scontro-per-il-budget-cap/“) minacciando l’abbandono; Tale opposizione vedeva la salvaguardia dei posti di lavoro.

Se nel 2022 i ll budeget cap si abbassasse ulteriormente Ferrari tornerebbe sui suoi passi guardando ad altre categorie.

Buone notizie per chi desiderava fortemente l’abbassamento del budget (come ad es Mclaren), tuttavia solo per quanto riguarda fino alla prossima stagione, per il futuro c’è ancora un dilemma, il futuro della Ferrari pronta a negoziare per il suo futuro in F1.

La scuderia di Maranello era già disposta per i problemi riguardanti il budget cup a prendere in considerazione altre categorie come Indycar o WEC.

Questa non è la prima volta che la scuderia minaccia l’abbandono; Già in passato con il presidente Sergio Marchionne spuntò l’ipotesi di ritirarsi dalla Formula 1 venendo, alla fine, sempre accantonata.

Furono proprio i nuovi regolamenti a far prendere la decisione a Marchionne di abbandonare la Formula 1, tra la stagione 2017 e 2018.